bann datagest15 mag17 728 90

CHI VA E CHI VIENE

L'AEROPORTO DEL MESE

LA COMPAGNIA DEL MESE

barbara_cassani.jpgDopo il Guru in assoluto Herb Kelleher di Southwest Airlines non posso non dedicare questa rubrica alla persona che più mi ha insegnato come lavorare: Barbara Cassani, ceo di Go fly. È stato detto che ha portato un bene ormai raro nelle aziende, la passione. In un periodo di crisi come questo, due dichiarazioni di Barbara dei tempi di Go mi vengono spesso in mente: la prima è quella che le ha permesso di creare una compagnia aerea che resterà nella memoria di molti non solo come caso di successo (e proprio per questo motivo poi acquistata da easyJet) ma soprattutto per il modo di lavorare. “Scegliere le persone giuste e trattarle correttamente è l’elemento più importante per avere successo: ho sempre creduto in questo e ciò ha fatto sì che Go, la compagnia che ho fondato nel 1998, sia il migliore posto di lavoro in cui molte persone hanno lavorato. La cultura di Go era il can do/si può fare e fai quello che hai detto che avresti fatto: ognuno lavorava con il massimo impegno pur senza essere esplicitamente invitato a farlo”. Anche il lascito con cui Barbara lasciò Go mi torna spesso in mente: “Spero che lavorando in Go abbiate imparato quanto siete importanti. Se non vi piace il modo in cui le cose sono fatte nel vostro reparto, ditelo. Se pensate che ci sono modi migliori di servire i clienti, ditelo. E se pensate che ci siano ingiustizie nel vostro posto di lavoro, ditelo. Possono comprare le aziende ma mai la vostra anima".

 

southwest_logo.gifherb_kelleher.jpg“Se è convenzionale non è saggezza. Se è saggezza non è convenzionale”, amava sentenziare Herbert D. Kelleher: ex avvocato e nel 1967 fondatore a Dallas, Texas, di Southwest Airlines, quella che viene a tutti gli effetti considerata la prima compagnia low cost nella storia del trasporto aereo. Il modello di business di tutte le compagnie aeree che fanno dei bassi costi la propria filosofia è stato ispirato da Southwest Airlines e il suo fondatore è considerato geniale: il vulcanico Michael O’Leary, CEO di Ryanair, per non smentirsi lo considera  “come Dio”. La filosofia di Kelleher è che: “Se porti i tuoi passeggeri dove vogliono andare, quando lo vogliono, in orario, alla più bassa tariffa possibile e ti impegni per rendere piacevole il loro viaggio, la gente volerà con la tua compagnia.” Il suo modello parte da un assunto molto semplice: “Far volare gli aerei il più possibile, perché i soldi si fanno muovendosi; tenere i prezzi bassi per far viaggiare più gente possibile”. Il successo di Southwest, consolidato dopo più di quarant’anni, si basa su pochi elementi di base: assumere “great people” e trattare i dipendenti come una famiglia; prendersi cura dei propri clienti come fossero ospiti a casa propria; avere tariffe e costi operativi più bassi delle altre compagnie garantendo sicurezza, efficienza e eccellenza dal punto di vista operativo; essere preparati per i momenti duri con uno stato patrimoniale solido, molta liquidità e una forte copertura sul carburante. La gestione delle finanze è fondamentale, sempre molto prudente, con un basso livello di indebitamento ed elevate riserve di liquidità per affrontare i periodi di difficoltà che, secondo Kelleher, sono inevitabili: almeno due volte ogni dieci anni.