bann datagest15 mag17 728 90

CHI VA E CHI VIENE

L'AEROPORTO DEL MESE

LA COMPAGNIA DEL MESE

u tapao in guerra qu tapao airportLa Thailandia ha una storia turistica relativamente recente, anche perché collocata in un’area che ha subito molti sconvolgimenti, nel secolo scorso, dalla fine del protettorato francese e britannico alla guerra del Vietnam (1955-1975). Il progetto per la costruzione dell’Aeroporto Internazionale di U-Tapao - Rayong - Pattaya fu approvato nel 1961 come base della Marina Militare e la struttura fu inaugurata nel 1966. Nel 1965 il governo statunitense si era accordato con quello thailandese per utilizzare l’aeroporto come base operativa per gli aerei da bombardamento della US Air Force impiegati nella guerra del Vietnam (compresi i B52, vedasi foto a sinistra). L’esercito USA utilizzò U-Tapao per una decina d’anni e fu allora che “nacque il mito della Thailandia, visto che i soldati americani in licenza andavano a rilassarsi in una località allora sconosciuta, denominata Pattaya”  ricorda Armando Muccifora, grande esperto di storia thailandese e sales manager Italy di Thai “Quando gli americani se ne andarono, l’aeroporto fu adibito al trasporto passeggeri e considerato un’alternativa all’aeroporto di Bangkok - Don Mueang, a quel tempo l’unico della capitale. In anni più recenti U-Tapao ha goduto dell’esplosione del turismo, sono arrivate molte compagnie internazionali (la più recente è Qatar Airways), è previsto un suo sviluppo anche come base low-cost”. Non è tutto oro quel che luccica: il turismo che frequenta Pattaya ha anche zone d’ombra, come testimonia da sempre Ecpat.

 

bergamo aptorio sacbo logoPochi numeri rendono bene l’idea: 8.852.631 passeggeri transitati da gennaio a ottobre 2015 (dati Assaeroporti); più 13,6% sul medesimo periodo del 2014; la soglia dei 9 milioni superata nel 2015, record assoluto e raddoppio dei passeggeri del 2005 (4.356.143). È inarrestabile la crescita dell’Aeroporto Internazionale Caravaggio (o Bergamo-Orio al Serio, come lo identificano tutti). Terzo scalo italiano per numero di passeggeri, con gli aeroporti Milano-Malpensa e Milano-Linate forma il sistema aeroportuale milanese (oltre 36 milioni di passeggeri annui nel 2014). Base operativa, da sempre, di Ryanair, Orio al Serio è il primo aeroporto in Italia per numero di passeggeri di voli a basso costo. La ventilata ipotesi di sistema aeroportuale integrato che riunisca BGY, LIN e MXP non piace alle compagnie aeree, che paventano un conseguente aumento delle tariffe. Michael O’Leary, a.d. Ryanair, non ha usato mezzi termini: “Il nuovo gestore aeroportuale non si sogni di alzare le tariffe o ce ne andiamo”. Dove? A Torino, a Verona o a Bologna?

 

incheon-international-airport-q.jpgL’Incheon International Airport di Seoul, Corea del Sud, è stato votato come Miglior Aeroporto del Mondo agli Skytrax World Airport Awards, tenutisi a Vienna a maggio 2012. Votato da 12 milioni di passeggeri, l’aeroporto di Seoul ha sconfitto la concorrenza di 385 aeroporti e si è aggiudicato il premio per la seconda volta, dopo la prima nel 2009. Al posto d’onore il  Singapore Changi Airport (primo nel 2010) al terzo l’Hong Kong International Airport (primo nel 2011), otto volte vincitore del premio in passato. Al quarto posto lo Schiphol di Amsterdam, miglior aeroporto europeo. Seguono in classifica Pechino (Cina), Monaco (Germania), Zurigo (Svizzera), Kuala Lumpur (Malesia), Vancouver (Canada) e Nagoya (Giappone). L’Incheon è il maggiore aeroporto coreano, uno dei più grandi dell’Asia e hub principale per le compagnie Korean Air, Asiana Airlines e Cargo 360. In occasione dei Giochi della XXIV Olimpiade (organizzati a Seoul del 1988) il governo sud-coreano si rese conto che il vecchio aeroporto di Kimpo (che esiste ancora, solo per voli domestici e collegamenti con Tokyo-Narita), non era più sufficiente; nel 1992 venne approvato il progetto per la nuova aerostazione che - a marzo 2001 - venne inaugurata. Ampliamenti ed estensioni si susseguono senza tregua: si stima che il 2020, l’Incheon International Airport raggiungerà il traguardo di 100 milioni di passeggeri annui, con 128 gates su 2 terminal e 4 satelliti.

 

singapore-changi-airport.jpgIl Changi International Airport di Singapore è stato votato come Miglior Aeroporto del Mondo agli Skytrax World Airport  Awards 2013 di Ginevra. Non solo, si aggiudica anche i premi come Miglior Aeroporto dell’Asia e Miglior Aeroporto del Mondo per Strutture Ricreative. Questo premio è un grande riconoscimento alla passione delle 32.000 persone che lavorano in aeroporto, ma anche una conferma del nostro mantra: mettere i passeggeri al centro di tutto quello che facciamo” dichiara  Lee Seow Hiang, CEO del gestore Changi Airport Group. Nel ranking Skytrax 2012, il Changi  era secondo in graduatoria, alle spalle del secondo classificato 2013, il Seoul Incheon International. Grande ruolo ha avuto la straordinaria dotazione di servizi proposta ai 51 milioni di passeggeri del 2012: ecco la testimonianza di un blogger su ilvolo.it “All’interno del Changi c’è un giardino verticale lungo 80 metri e alto una decina, vari laghi con carpe autoctone, connessione internet gratuita e, udite udite, negozi e ristoranti aperti h24! Io tornavo da Hong Kong, erano le 2 del mattino, giravo per i negozi aperti come un ragazzino, e la cosa che più mi ha colpito (oltre a un modello immenso dell’A380) è stato un pianista che suonava il pianoforte in prossimità di un ristorante strapieno di persone che facevano uno spuntino... in piena notte!"

 

aeroporto_orio.jpgsacbo-logo-ret.jpg8,5 milioni di passeggeri movimentati (+ 10% rispetto all’anno precedente), 13 compagnie aeree, 73 destinazioni verso 30 paesi: questi i numeri salienti del 2011 per lo scalo “Il Caravaggio” di Bergamo Orio al Serio. Un aeroporto che negli anni ha completamente cambiato la propria struttura, rendendola efficiente e al tempo stesso piacevole per i passeggeri che vi transitano. Un aeroporto cresciuto soprattutto grazie allo sviluppo delle compagnie aeree a basso costo, Ryanair in primis, che  nel 2012 ha festeggiato i primi 10 anni di presenza bergamasca (la compagnia ha creato qui la sua base principale italiana movimentando oltre 6,5 milioni di passeggeri annui), ma che oggi apre una porta sul mondo intero con i voli su Francoforte operati da  Air Dolomiti - in code share con Lufthansa –  che permetteranno collegamenti con destinazioni intercontinentali. Sacbo, la società aeroportuale di Orio, ha ottenuto il rinnovo della Certificazione di Qualità Iso 9001:2008 per la progettazione ed erogazione dei servizi di assistenza a terra per aeromobili, passeggeri, bagagli e merci; gestione delle infrastrutture e dei sistemi centralizzati relativi; gestione della biglietteria; coordinamento delle operazioni di scalo. Non ci resta che fare i complimenti a questo aeroporto, sul quale, lo ammettiamo, a fine anni novanta non avremmo mai scommesso!