bann datagest17 gen19 728 90

CHI VA E CHI VIENE

bann m e partners dic2018 160 124

L'AEROPORTO DEL MESE

LA COMPAGNIA DEL MESE

v_rebasti.jpgsedili-aereo.jpgNell’era in cui é sempre più difficile distinguere tra compagnie tradizionali e low cost sui voli di breve raggio (Alitalia sui voli nazionali ha eliminato lo snack a bordo, tranne che sulla rotta Linate - Fiumicino), le “capogruppo” del continente europeo easyJet e Ryanair annunciano l’assegnazione del posto a bordo al momento del check-in. È vero che entrambe le compagnie lo introducono come ancillary revenue, ovvero come forma di guadagno aggiuntiva, poiché forniranno il servizio dietro pagamento di una fee, ma questo cambiamento è sintomatico di come anche i grandi player dei voli a basso costo siano alla ricerca di target diversi. Se fino ad ora hanno privilegiato il target leisure, diventa ora fondamentale ricercare nuovi segmenti di passeggeri, in particolar modo quelli business, per continuare a crescere non solo in termini di nuove destinazioni, ma anche di frequenze  e di numeri. E ci viene da sorridere perché nel 2002, quando easyJet comprò Go fly, che forniva il posto assegnato a bordo, abbiamo vissuto personalmente l’eliminazione di questo servizio che era ritenuto inutile e che secondo alcuni, comportava lavoro extra oltre che una perdita di tempo in aeroporto. Della serie, a volte ritornano...